Supertwins 4 ottobre 2015 Vallelunga

IMG_20151011_130831_905

Vallelunga Supertwins 4 ottobre 2015

Dopo la prima vittoria di Varano il cuore è gonfio e l’entusiasmo dilaga tra le file del team Mega-Ne Alemoto. È stato un weekend difficile, che ha messo a dura prova il team in tutte le sue parti, senza tralasciare la componente più importante: quella umana, la quale è stata in grado di lavorare in sinergia con lo scopo di riportare in pista moto e pilota, ottenendo pure la vittoria. Tuttavia, chi ne esce meno felice è lei, la bestia bolognese che ha portato al trionfo Alessandro: la Ducati 999s anche se vincitrice ha ancora nei suoi meandri la polvere dell’estintore che l’ha spenta. Fiamme che, una volta tornati a casa, fortunatamente non hanno fatto così tanti danni come si pensasse. Per preparare la nuova gara a Vallelunga non basta solo dare una pulita generale e controllare qualche serraggio. Il circuito romano è molto più veloce rispetto alla tappa precedente, con curve da pelo vero, da affrontare in piega attorno ai 200 km/h. Ci vuole velocità, un motore di buon livello, e un aiuto nelle curve veloci, dove serve stabilità.

PP__5448

Ma prima di capire come ottenere tutto questo, è necessario come detto prima pulire tutto. Durante lo smontaggio di carene e gomme, si provvede anche alla sistemazione del pignone e della catena, che sono risultati logori. Nel sostituire il tutto, si provvede ad installare un pignone più grande e ad una catena ovviamente nuova. Per aumentare la stabilità nei cambi di direzione si è optato per un pneumatico con una spalla leggermente più grande;/60 in modo da avere a disposizione piu mescole da provare opzione nata dalla possibilità di avere meno problemi se si dovranno montare delle gomme scolpite da bagnato. Pochi interventi, purtroppo, dettati anche dalle poche possibilità del team. Pochi interventi, quelli giusti, per poter fare una buona prestazione sul circuito di Vallelunga.

PP__4043

La voglia del pilota di fare bene non manca di certo, il morale della squadra è alto ma è anche concentrata sull’ultimo appuntamento. Nei polmoni del team Alemoto c’è tanto fiato da poter dire “noi siamo qui ora, e vi faremo vedere cosa siamo capaci di fare!”. Con questo motivo scolpito in testa, Alessandro e il fido Luca Donnaruma intraprendono la trasferta direzione Vallelunga. Da Milano a Roma il meteo ha mostrato molte facce, partendo con un cielo tranquillo fino a diventare tempestoso, per tornare nuovamente tranquillo.

212-05
La giornata di sabato, la prima dove è stato possibile poggiare le ruote in tracciato, è stata caratterizzata da asfalto umido, che almeno per il mattino ha fatto girare i piloti a ritmi decisamente sotto le aspettative. Dopo un paio di turni si può affermare che le impostazioni scelte per la moto lavorano in modo egregio, portando la Ducati #212 in una solida quinta posizione nel primo turno di prove ufficiali e la pole position di categoria nei bicilindrici 4 valvole. Tempo di 1.53 che ha permesso di tenere alle spalle moto e mezzi tecnicamente superiori e di recente costruzione. La scelta di non partecipare alle qualifiche 2, hanno stategicamente portato i suoi frutti risparmiando le gomme per la gara,. La giornata di sabato alla fine annovera la sesta posizione della griglia e qualche indicazione su come migliorare il set-up della moto.

_KIM3731

Domenica: il giorno del giudizio. Giorno uggioso, con asfalto umido e asciutto a tratti che obbliga i piloti a prendere delle decisioni potenzialmente avventate. Alcuni decidono di correre, altri dubitano nello scendere in pista, altri ancora mettono mano all’assetto della moto. Alessandro, conscio delle sue possibilità ma anche di ciò che gli avversari possono fare, decide di prendere parte alla gara con il solo obiettivo di fare bene. Alla partenza, momento saliente di ogni gara del supertwins, il vantaggio di esser partito sulla parte sinistra del manto stradale si fa sentire, tanto da portarsi nelle primissime posizioni; tuttavia, già nella seconda curva il gap tecnico tra la Ducati del team Mega-Ne Alemoto e le altre moto è fin troppo evidente. Le limitate possibilità di regolazione e di modifiche “in loco”, assieme ai pochi turni di pista asciutta, non ha permesso di poter colmare il distacco con le concorrenti più veloci. Ciò nonostante il passo tenuto dalla 999 ha permesso ad Alessandro di ottenere la vittoria di categoria 4V. Un successo ottenuto grazie ad un lavoro sapiente fatto a casa, alla giusta preparazione del weekend di gara e al manico di Alessandro.

212-28

Qui si conclude per l’anno 2015 la stagione sportiva del team Mega-Ne Alemoto. Nella prima stagione di corse il bilancio conta 2 primi posti nella Supertwins 4V. Tenendo conto che la moto attualmente utilizzata è una 999s recuperata da un garage,con 35000 km e 12 anni sulle spalle, sulla quale non c’è stata alcuna evoluzione, ci possiamo ritenere soddisfatti. I progetti della stagione sportiva 2016 sono già in fase di elaborazione, le possibilità e le idee sono tante e rivoluzionarie. Così come tanto è l’entusiasmo e la voglia di dimostrare che non servono enormi cifre per fare del sano e romantico motociclismo.

ringrazio ancora e sempre i miei sponsor i miei amici e tutti i miei fans….grazie a tutti di Cuore é stata una stagione fantastica.

Scritto da Valerio Giola Garagiola Team Alemoto

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.